Italiano
Cerca
Back to All Blog Posts

Olanda: diverse città produrranno cannabis per i coffee shop

Olanda: diverse città produrranno cannabis per i coffee shop

 

Diverse città in Olanda inizieranno la produzione legale di cannabis per i propri coffee shop. Questo per  cercare di evitarne il commercio illegale. Le dieci città scelte sono, Maastricht, Arnhem, Gronigen, Heerlen, Zaanstad, Breda, Almere, Tilburg, Hellevoetsluis e Nijmegen.

Il comitato che ha contribuito a stabilire questo esperimento ha raccomandato ufficialmente queste città nei Paesi Bassi. In un secondo momento il Ministro della Salute, Bruno Bruins, e il suo collega Ferdinand Grapperhaus, Giustizia e sicurezza, hanno accettato le città proposte. Questi comuni saranno responsabili della fornitura di cannabis ad un ottantina di coffee shop.

Le tre città di confine, Breda, Maastricht e Heerlen in quanto situate vicino al confine, sono state designate "comuni di confine". Pertanto, al fine di evitare un turismo crescente, non potranno vendere cannabis agli stranieri.

Verrà creato un gruppo di controllo dei comuni in cui la coltivazione della cannabis non è regolamentata. Questo sarà monitorato per confrontare i risultati di entrambi i gruppi. Le città che apparteranno a questo gruppo non sono state ancora scelte.

Nonostante ci fossero più di venti città che si sono iscritte al programma pilota o esperimento, le grandi città olandesi come Utrecht, Rotterdam e Amsterdam non parteciperanno. Ciò crea una falla all'interno del nuovo sistema. Ad esempio, solo Amsterdam ha più di 150 di questi negozi, e tutti dovrebbero evitare l'attuale sistema (backdoor) con i problemi che questa misura potrebbe generare oggi, ha affermato il sindaco Femke Halsema l'anno scorso.

L'esperimento del progetto di fornitura di coffeeshop cerca anche di evitare le perdite fiscali, che si stanno verificando. Un'altro aspetto perseguito da questa iniziativa è il controllo della spesa elettrica prodotta dalle colture illegali di cannabis. E un'altra questione molto importante sarebbe che i prodotti usati per la coltivazione sarebbero infine controllati. Le sostanze chimiche dannose per la salute sarebbero evitate e l'etichettatura del prodotto avrebbe finalmente informazioni chiare.

Commenti
Write a Comment Close Comment Form
WhatsApp logo Ciao! Come possiamo aiutarti?